Reconnection

Reconnection

The Reconnection è l’insieme delle Nuove Frequenze Energetiche di guarigione che consentono di innescare un processo di riconnessione delle stringhe, che accade nelle particelle più piccole del campo di materia-energia di cui l’essere umano è costituito, agendo direttamente a livello del DNA.
Queste Nuove Frequenze interessano due distinte tecniche: Reconnective Healing e The Reconnection, che vanno facilitate in momenti distinti.
Reconnective Healing è rivolto alla soluzione di disagi di qualsiasi origine e natura.
The Reconnection è la riconnessione dei meridiani del corpo fisico ai meridiani della Terra e dell’Universo, ristabilendo un’unione che originariamente era naturale, ma che poi è venuta a mancare; la riconnessione personale attiva inoltre le linee Axiatonali, eleva e potenzia tutto il campo energetico, dà una considerevole spinta all’evoluzione, su tutti i livelli.
Mentre Reconnective Healing si può ricevere quando si vuole, al bisogno, The Reconnection si riceve una sola volta nella vita, i suoi effetti sono permanenti.

Effetti e benefici

Reconnective Healing facilita la guarigione su tutti i livelli: fisico, emotivo, mentale e spirituale.
La Reconnection facilita il processo evolutivo personale, al quale imprime una accelerazione quantica.

Origini e storia

Le Nuove Frequenze energetiche della Reconnection sono state ricevute e trasmesse per la prima volta dal dott.  Eric Pearl, medico e guaritore statunitense conosciuto in tutto il mondo.
I suoi pazienti riportarono guarigioni miracolose da malattie gravi, come il cancro, tumori, malformazioni, paralisi, patologie legate all’AIDS, ecc…
Il suo lavoro, che, grazie anche a indicazioni provenienti da altre dimensioni, si rivelò ben presto assolutamente nuovo, originale, suscitò subito l’interesse di ricercatori e mass media.
Ora Eric Pearl è impegnato nell’opera di formazione di operatori in tutto il mondo, che con successo facilitano in piena autonomia i processi di Reconnective Healing® e della Reconnection®.

 

Testo tratto da olisticmap.it